Tutti gli orari sono UTC + 1 ora

In collaborazione con:



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
  Stampa pagina

Incubatrici artigianali
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mer apr 04, 2007 9:58 am 
Non connesso

Iscritto il: lun lug 10, 2006 7:26 pm
Messaggi: 326
Località: Milano
Per gli amanti del fai da te segnalo questo sito interessante che descrive come costruirsi un incubatrice, ci sono diversi metodi con diverse attrezzature.

http://www.tartarughe.org/file_FAQ/incu ... index.html

_________________
Si stava meglio quando si stava peggio.....



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: mer apr 18, 2007 1:24 pm 
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio ago 31, 2006 1:14 pm
Messaggi: 523
Località: Lombardia
Si molti metodi interessanti... tutti metodi di ispirazione.

Peccato che nessuna superi la capacità di 30 uova :-(.

_________________
www.LaTanadelGeco.it
Immagine



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: mer apr 18, 2007 10:20 pm 
Non connesso

Iscritto il: lun lug 10, 2006 7:26 pm
Messaggi: 326
Località: Milano
contenitore più grande potenza maggiore nella fonte di calore.....o sbaglio?

_________________
Si stava meglio quando si stava peggio.....



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: gio apr 19, 2007 6:38 am 
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio ago 31, 2006 1:14 pm
Messaggi: 523
Località: Lombardia
Si esatto... ma non solo...

Il problema è anche:

-avere una distribuzione del calore uniforme.
-recupero della temperatura una volta richiusa l'incubatrice.
-controllo della umidità.
-COSTI

;-)

_________________
www.LaTanadelGeco.it
Immagine



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: gio apr 19, 2007 9:36 am 
Non connesso

Iscritto il: lun lug 10, 2006 7:26 pm
Messaggi: 326
Località: Milano
Cita:
Il problema è anche:

-avere una distribuzione del calore uniforme.
-recupero della temperatura una volta richiusa l'incubatrice.
-controllo della umidità.
-COSTI



Penso sia tutto in proporzione alla potenza impiegata per fornire calore.

_________________
Si stava meglio quando si stava peggio.....



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: gio apr 19, 2007 10:54 am 
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven mar 23, 2007 1:34 pm
Messaggi: 170
Località: Trieste
Premetto che ho ancora mai avuto il piacere di incubare uova.
Penso che il problema non è tanto la distribuzione del calore, ma gestire correttamente l'umidità! Per gestire lo spostamento dell'aria servono delle resistenze e delle ventole (più o meno grandi), gestire l'umidità invece risulta decisamente più complicato.

Per il mio terrario (Python regius) ho provato di tutto... Una ciotola d'acqua nella zona calda, ma i valori schizzavano alle stelle. L'umidificatore ad ultrasuoni (strepitoso effetto scenico) ma quando si spegne l'umidità crolla, il suo unico utilizzo penso sia quello esterno al terrario con un tubo riscaldato che porta la "nebbia" al suo interno. Alla fine ho risolto con mezza noce di cocco nella zona calda, il cocco trasuda con molta lentezza l'acqua. Risultato valori ottimali.
Penso che c'entri particolarmente anche il semplice fatto del ricircolo d'aria all'interno. mi direte che l'incubatrice deve restare chiusa, ma se l'umidità risulta sempre troppo alta penso che 2 buchi (uno per parte) possano risolvere molto.

Il fatto è che ci sono mille modi per creare un incubatrice, basta trovare il sistema giusto. si potrebbe utilizzare persino un vecchio frigo (e li di uova ne metti parecchie) e visto che è verticale puoi utilizzare le varie altezze per modificare i gradi (come il frigo per i vini). ma secondo me il problema principale resta l'umidità!!!

Voi come avete risolto il problema legato all'umidità???

_________________
3.2 Eublepharis Macularius
2.5 Python Regius
0.1 Python molurus bivittatus
0.1 b.c.i.
1.0 Lampropeltis triangulum sinaloae
1.0 Chamaeleo calyptratus
0.0.1 pogona vitticeps
0.0.2 Elaphe Guttata guttata



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: ven apr 20, 2007 11:33 am 
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio ago 31, 2006 1:14 pm
Messaggi: 523
Località: Lombardia
Semplicemente mettendo le uova in scatolette singole.

Io ho un igrometro a sonda (vi consiglio di comprarlo tutti ;-)) e con questo arrivo a testare l'unmidità all'interno della scatolina... in questo modo ho fatto dei test in modo da sapere a una certa temperatura per quanti giorni l'umidità rimaneva "giusta" con ogni proporzione di acqua/vermiculite.

per esempio io dal 1:1 sono passato al 1:1,2 (in questo modo riesco avere l'umidità esatta per 55 giorni... Esatto... il tempo che serve per una schiusa a freddo!

Ora stò facendo lo stesso test per temperature superiori.

_________________
www.LaTanadelGeco.it
Immagine



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: ven apr 20, 2007 11:48 am 
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven mar 23, 2007 1:34 pm
Messaggi: 170
Località: Trieste
io come termo-igrometro uso la sonda wireless + ricevitore della "Oregon Scientific"

ottima soluzione visto che regista le minime e le massime, e si possono collegare fino a tre sonde esterne!

_________________
3.2 Eublepharis Macularius
2.5 Python Regius
0.1 Python molurus bivittatus
0.1 b.c.i.
1.0 Lampropeltis triangulum sinaloae
1.0 Chamaeleo calyptratus
0.0.1 pogona vitticeps
0.0.2 Elaphe Guttata guttata



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: ven apr 20, 2007 12:14 pm 
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio ago 31, 2006 1:14 pm
Messaggi: 523
Località: Lombardia
http://www.teamoregon.it/index.php?SID= ... e_catalogo

ti riferisci a questa da 79 euro?

_________________
www.LaTanadelGeco.it
Immagine



Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: ven apr 20, 2007 12:24 pm 
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven mar 23, 2007 1:34 pm
Messaggi: 170
Località: Trieste
il modello che ho io ormai è vecchiotto, quindi non è più in produzione.
Lo so forse i prezzi non sono il massimo, ma la comodità di gestire fino a tre terrari in wireless con la memoria delle min e max di umidità e temperatura è veramente una bella cosa!!! La base ha il suo termometro quindi in totale si gestiscono 4 temperature. Se si ha la disponibilità penso sia un comodo investimento.

Così capite le dimensioni... immagino che il libro lo hanno più o meno tutti!!!

Immagine

Forse su e-bay si trova qualcosa!!!

_________________
3.2 Eublepharis Macularius
2.5 Python Regius
0.1 Python molurus bivittatus
0.1 b.c.i.
1.0 Lampropeltis triangulum sinaloae
1.0 Chamaeleo calyptratus
0.0.1 pogona vitticeps
0.0.2 Elaphe Guttata guttata



Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Style by website design software, pozycjonowanie seo pozycjonowanie
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group | Design Downloaded from free phpBB templates | free website templates | Free Photoshop Backgrounds
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010